Emorroidi e alimentazione: I cibi naturali

bio emorroidi

L’alimentazione errata si propone come una delle cause principali della comparsa delle emorroidi. Le persone che si alimentano in modo sbagliato, quindi assumendo troppi grassi, troppe proteine e troppi carboidrati rischiano di cadere in sovrappeso e anche di non facilitare i processi digestivi.

Queste condizioni portano spesso alla comparsa della stipsi, che si rivela come una causa e anche come un sintomo delle emorroidi stesse.

L’alimentazione errata comprende anche il consumo di cibi cucinati in modo sbagliato, mediante l’utilizzo di grassi cotti come avviene nei fritti e nelle preparazioni più elaborate. Anche le bevande troppo zuccherine ed eccitanti, come la cola, il tè, il caffè e gli energy drink fanno parte di un’alimentazione sbagliata, che chiede di essere ritoccata per prevenire le emorroidi e anche per facilitare la guarigione una volta che il problema si manifesta.

Ma come deve essere l’alimentazione per le emorroidi?

Innanzitutto si tratta di introdurre tanta verdura e frutta fresca di stagione, scelta in versione pura e anche controllata.Anche se questi alimenti si rivelano più costosi, essi assicurano il giusto apporto di nutrienti, indispensabili per idratare il corpo, per fornire il giusto apporto di sali minerali e quindi per facilitare la digestione ed evitare la stipsi.

La verdura può essere consumata cotta o cruda, e la frutta può essere preferita durante le merende e gli spuntini, come spezzafame salubre e positivo. La dieta contro le emorroidi deve inoltre annoverare un grande consumo di fibre, indispensabili per facilitare l’evacuazione e anche per lenire l’intestino irritato.

Un sì deciso deve essere detto ai cereali integrali e ai preparati da forno freschi, mentre un no altrettanto forte deve essere detto ai cibi confezionati, al pane e ai grissini pronti che contengono troppi grassi idrogenati e alcool. Meglio fare un giro dal panettiere e acquistare un bel pane integrale, da consumare con il pranzo e la cena o al mattino con tanta buona marmellata naturale.

Lo scopo principale dell’alimentazione per le emorroidi consiste, infatti, nel ricercare un’azione emolliente sull’intestino, che può quindi ricominciare a funzionare in modo normale e rasserenare anche le zone colpite dalle emorroidi. Carne e pesce possono essere consumati in versione leggera, così come per i latticini, da scegliersi in versione light, e i salumi.

Questi alimenti possono essere cotti con metodi salubri, come il vapore e la cottura alla piastra, e conditi con olio di oliva o di lino a crudo, alimenti antiossidanti che proteggono anche le pareti delle vene irritate.

È fondamentale, in caso di emorroidi, bere moltissima acqua, in quanto essa aiuta a idratare l’organismo, facilita la diuresi e quindi anche la depurazione dell’organismo. Bisogna bere almeno due litri di acqua al giorno, scelta in versione naturale e bevuta a piccoli sorsi, mai ghiacciata.

In alternativa all’acqua, è possibile consumare delle tisane fredde o dei tè deteinati aromatizzati con erbe o frutta fresca. Da evitare i drink già pronti e tutte le bevande zuccherine, che irritano l’intestino e gonfiano la pancia inutilmente.

Per quanto riguarda l’alimentazione dedicata alle emorroidi, è utile pensare a un’integrazione alimentare da mettere in pratica come prevenzione e quando insorge il problema. Se si soffre di emorroidi è utile consumare tanti frutti rossi, in particolare i mirtilli, che rafforzano le pareti venose e quindi aiutano a guarire in modo più veloce.

Anche degli integratori che stimolano la diuresi e combattono la stipsi possono risultare ideali, soprattutto se sono naturali e scelti in base alle proprie esigenze. Non va infine dimenticato di attuare un processo di depurazione, che può essere messo in atto consumando erbe e verdure depurative, come l’ortica e il tarassaco, ma anche scegliendo di bere delle tisane alla sera che contengono questi preziosi preparati.

Un corpo tonico, leggero e con il giusto peso è un corpo che sa combattere le emorroidi in modo più veloce e intenso, a differenza di un corpo appesantito che non può ritrovare il giusto vigore per sconfiggere questa fastidiosa patologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.