Le sei cause principali delle emorroidi

cause emorroidi

Le emorroidi sono una patologia molto dolorosa, che pare colpisca circa la metà della popolazione mondiale. Cifre importanti, dove le cause della comparsa delle emorroidi chiedono di essere considerate varie nella loro natura.

Anche le manifestazioni e i sintomi delle emorroidi sono diversi, in quanto dipende dal loro grado di gravità, ma solitamente esse si manifestano con bruciori, con dolori a evacuare e con problemi legati al sistema digerente.

Vediamo quindi quali sono le sei cause principali dell’insorgenza delle emorroidi.

1- La stipsi. La stipsi chiede di essere messa al primo posto fra le cause che generano la patologia. La stitichezza può, a sua volta, derivare da diversi fattori, alcuni di tipo genetico, altri legati a un’errata alimentazione oppure a una mancata idratazione dell’organismo.Qualunque sia la causa, la stipsi porta ad affaticare le vene emorroidali che si scoprono ostruite e quindi iniziano a infiammarsi, dando vita a cuscinetti ricchi di vasi sanguigni doloranti. La soluzione al problema non è sempre semplice, poiché ogni caso chiede di essere analizzato in autonomia. Ciò che è certo è che una dieta ricca di fibre, la pratica di bere tanta acqua fresca e l’abitudine di consumare frutta e verdura di stagione possono aiutare a risolvere il problema in modo naturale e quindi migliorare anche lo stato delle emorroidi attraverso l’alimentazione.

2- Alcune pratiche sportive. Purtroppo le emorroidi si associano alla pratica di alcuni sport, in primis l’equitazione seguita dal ciclismo e dal body building. L’azione di continuo sfregamento che avviene fra la sella e le sezioni interessate porta, infatti, a infiammare le zone e quindi alla comparsa dei cuscinetti doloranti. La cura in questo caso risiede nel diminuire la pratica sportiva quando si manifesta il problema e nell’impiegare sostanze topiche che sono in grado di lenire il dolore.

3- La vita troppo sedentaria. Chi non fa movimento è naturalmente portato ad affaticare i vasi sanguigni, che non ricevono la giusta ossigenazione. Questa abitudine, se prolungata, può far nascere nei soggetti più delicati le emorroidi. La soluzione? Svolgere una costante, anche leggera attività fisica, magari associando benefiche camminate a qualche momento di corsa e alla pratica di attività fisiche benefiche come lo yoga e la ginnastica.

4- L’obesità. Le persone obese sono più portate a sviluppare le emorroidi rispetto ai soggetti in peso forma. Tutto si gioca sulla pressione anale, che conduce le zone interessate a infiammarsi. L’obesità è una vera e propria malattia, che deve essere curata seguendo speciali cure mediche. Ecco che in questi gravi casi è fondamentale rivolgersi a uno specialista che possa dare il via a un processo di guarigione che porta quindi anche a sanare l’aspetto legato all’insorgenza delle emorroidi.

5- Le abitudini igieniche scorrette. Molte persone hanno l’abitudine di sedersi sul wc a leggere. La pressione sulle vene dell’ano causa il loro rigonfiamento e quindi è utile abbandonare questa abitudine.

6- La gravidanza. È noto che molte donne sono soggette alla comparsa di emorroidi durante la gestazione, in quanto il periodo si accompagna alle variazioni ormonali che interessano soprattutto il terzo semestre di gravidanza. Anche il parto può portare alla comparsa del problema a causa delle forti spinte, ma, in questi casi, la patologia si risana una volta concluso il parto e una volta adottate le giuste misure di trattamento.

One Response to Le sei cause principali delle emorroidi

  1. Roberta Marchioro ha detto:

    Sangue occu!to feci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.