L’utilità delle piante officinali contro le emorroidi

Le piante officinali possono rivelarsi un più che valido alleato nella lotta contro le emorroidi, soprattutto quando vengono utilizzate per creare infusi, decotti e cataplasmi alle erbe. E non è un caso che la fitoterapia a base di rimedi naturali sia molto comune nella cura delle emorroidi, senza per questo ricorrere a unguenti, paste e medicinali chimici che potrebbero causare più di una conseguenza negativa sull’organismo: molte piante, infatti, possiedono enormi proprietà astringenti, vaso-protettive ed anti-infiammatorie, rivelandosi un toccasana per le zone affette da emorroidi.

Vediamo dunque quali sono gli infusi, i decotti ed i cataplasmi più utili per combattere questo seccante problema.

I decotti a base di erbe officinali per le emorroidi

Fra i decotti più noti nel campo della fitoterapia e della cura per le emorroidi, troviamo innanzitutto il decotto di cipresso, di ippocastano e di cardo mariano: questi preparati possono essere ottenuti bollendo 15 grammi di semi in 1 litro di acqua per circa 12-15 minuti (nel caso del cardo mariano e dell’ippocastano). Per quanto riguarda il decotto a base di ippocastano, al posto dei consueti semi dovrete bollire circa 30 grammi di corteccia essiccata.

Gli infusi a base di erbe officinali per le emorroidi

Altrettanto efficaci sono gli infusi a base di erbe officinali quali il mirto, il pungitopo, il pepe, l’ortica bianca ed il verbasco. Nel caso del mirto, del verbasco e dell’ortica bianca, dovrete cuocere le foglie in acqua bollente per circa 15 minuti. Mentre per quanto riguarda il pepe, dovrete bollire una pentola d’acqua con dentro l’intera piantina. Infine, il pungitopo: bollite circa 40 grammi di rizoma ed otterrete un infuso per le emorroidi davvero eccezionale. In tutti gli esempi qui elencati, il consiglio è di consumare circa 2 tazze al giorno di infusi o decotti.

I cataplasmi per uso esterno a base di erbe officinali

Se preferite agire sulle emorroidi non per via orale, ma tramite l’applicazione di impacchi, anche in questo caso la natura è in grado di offrirvi tutto il necessario: i cataplasmi a base di misture e poltiglie vegetali sono infatti molto utili per alleviare i dolori, ridurre i gonfiori e guarire dalle emorroidi in modo del tutto sano e naturale. Potreste ad esempio preparare un cataplasma a base di pimpinella, semprevivo, scrufolaria e centocchio, oppure un semplice cataplasma a base di senecione.

I cataplasmi, però, possono essere realizzati utilizzando il latte nella fase di ebollizione delle erbe officinali. Questo è il caso del cataplasma a base di verbasco e parietaria, oppure di quello a base di semi di cotogno. Infine, è possibile realizzare un ottimo cataplasma macerando l’erba di San Giovanni nell’olio extra-vergine d’olia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.