Ricorrere ai rimedi casalinghi per curare le Emorroidi

emorroidi rimedi

Molte persone che soffrono di emorroidi non hanno il coraggio di relazionarsi con il proprio medico, in quanto provano imbarazzo e nemmeno si sentono di raccontare ai cari il loro problema. Ma le emorroidi chiedono di essere curate in modo adeguato, sia per sedare il dolore sia per evitare complicazioni future.

La natura e l’esperienza dei nostri avi offrono delle alternative naturali e casalinghe per curare le emorroidi in modo semplice. Scopriamo quindi assieme quali sono i rimedi casalinghi per le emorroidi.

Innanzitutto è benefico effettuare dei lavaggi con acqua tiepida e sapone neutro. Alcuni consigliano il sapone acido, ma scegliere un prodotto neutro, ovvero con ph uguale a quello del nostro corpo, si rivela come la soluzione ideale, in quanto non avvengono irritazioni di sorta e il corpo può rigenerarsi in modo più consono. L’acqua impiegata per i lavaggi deve essere sempre tiepida, né troppo calda né ghiacciata.

L’acqua calda veniva impiegata nei casi di emorroidi esterne, ma si tratta di un rischio, in quanto potrebbe infiammare le zone trattate. Da evitare, in assoluto, l’acqua fredda o addirittura ghiacciata, perché essa regala un beneficio effimero al dolore e al bruciore, dato che anestetizza localmente la zona trattata, che però poi si scopre più debole e soggetta ad irritazioni.

Ai lavaggi con sapone neutro, i rimedi casalinghi associano preparati semplici, che un tempo venivano impiegati perché non c’era tutta la disponibilità di farmaci e preparazioni che si possono trovare nel nostro presente. In particolare, un rimedio casalingo molto utilizzato era la vaselina, da preferire in versione naturale. La vaselina può essere spalmata sulla carta igienica e quindi applicata nella zona da trattare, per proteggere l’area e permettere che la ferita si rimargini in modo più veloce.

La vaselina può anche essere addizionata con albume d’uovo, miele e farina di orzo per dare vita a un composto emolliente da applicare sulla zona trattata e quindi lasciare agire per qualche tempo. Anche le patate schiacciate sono impiegate nello stesso modo, ovvero vengono fatte bollire delle patate, lasciate intiepidire e quindi applicate per un po’ di tempo sulla zona da trattare. Grazie all’alto contenuto di amido, le patate asciugano la zona irritata e la leniscono in modo naturale. Le patate contengono anche molti sali minerali importanti, che aiutano a riequilibrare l’organismo in questo delicato momento, soprattutto se le emorroidi sono soggette a sanguinamento.

Un altro rimedio casalingo molto efficace si basa sull’assunzione dell’aceto di mele, che può essere consumato per via orale, quindi diluito nella quantità di un cucchiaio ogni bicchiere di acqua e assunto dopo i pasti. L’aceto di mele disinfetta con dolcezza e attua una positiva azione astringente. Per questo motivo si può mettere su un po’ di ovatta bagnata qualche goccia di aceto di mele e quindi frizionare la zona interessata.

Ricordiamoci che le nostre nonne amavano le erbe e le impiegavano in modo massivo per curare i problemi di salute. Le erbe diventano quindi alleate naturali dei rimedi casalinghi ed è possibile assumerle sia in forma di pomate sia di preparati richiesti all’erborista di fiducia. In particolare, le emorroidi possono essere curate con opercoli, unguenti e anche tisane e base di ippocastano, di calendula, di rusco e di hamamelis, tutte piante e sostanze che aiutano a sfiammare la zona e si propongono di riparare le pareti venose sottoposte all’infiammazione.

Il rimedio casalingo più efficace di sempre rimane, in ogni caso, il cibo, ovvero la pratica di assumere alimenti specifici e mirati per risolvere il problema. La dieta casalinga contro le emorroidi può annoverare tante fibre e acqua naturale, che aiutano la digestione e contrastano la stipsi. Consumare molti frutti rossi e anche assumere estratti di vite rossa aiuta a proteggere le pareti delle vene e quindi a rimarginare le infiammazioni in modo più veloce e naturale.

Un’alimentazione leggera, basata su un grande consumo di alimenti ricchi di sali minerali si propone adatta, soprattutto se le emorroidi si presentano sanguinanti. Diventa quindi importante cibarsi con verdure a foglie verdi, asparagi e frutti mirati che contengono ferro e che quindi permettono di sopportare in modo migliore le eventuali mancanze di energia che si verificano durante la cura delle emorroidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.